Fastweb & i-concerts, show musicali e concerti in tv

Grazie alle potenzialità offerte dalle nuove piattaforme di tv digitale (iptv in particolare), è sempre più possibile gestire in modo elastico il bouquet di canali da poter offrire al telespettatore: su questa logica nasce l’accordo tra il noto operatore di servizi di telecomunicazione su rete fissa e I-Concerts, piattaforma interattiva che si occupa di trasmettere concerti e show musicali, a tutt’oggi  disponibile su iptv in Asia ed Europa come pure per la tv digitale via cavo e le cosiddette closed online networks (reti proprietarie).

La programmazione di I-Concerts sarà disponibile sul canale 71 di FastwebTV nella sezione Music&Fun. Una programmazione ad alta qualità viene inoltre garantita dal decoder ibrido IPTV-DTT, che garantisce altissime prestazioni in termini di audio e video.

Le parole dei protagonisti:
“I-concerts on-demand non solo arricchisce la nostra offerta di canali realizzati con partner internazionali forti
” ha dichiarato Andrea Conte, Direttore Business Unit Consumer di FASTWEB, “ma offre il meglio per gli appassionati di musica di tutte le età. FASTWEBTV, con il suo approccio multitematico e multicanale, è una soluzione perfetta per un pubblico giovane alla ricerca di nuovi format e di nuovi linguaggi anche su un mezzo tradizionale come la TV”.

“FASTWEB è indubbiamente una delle più importanti e innovative aziende che offrono il servizio di Iptv in Europa. Siamo orgogliosi di offrire i-concerts sulla loro piattaforma e di fornire i migliori spettacoli musicali live agli spettatori italiani”, afferma Natalia Tsarkova, Ceo di i-concerts.

Strategia anti-palinsesto, la scelta di Tiscali tv

Ogni web tv che si rispetti, in grado di favorire una manipolazione della programmazione sempre più raffinata, si arrovella continuamente per inventare sempre nuove strade che riescano, per così dire, a “eludere” il palinsesto. Ed in quest’ottica, anche Tiscali non vuole essere da meno rispetto agli altri players che concorrono sulla rete.

«Tiscali tv – dice il direttore per l’Italia Fabrizio Mei – s’inserisce in un mercato che vede le tv attraverso Internet ritagliarsi un ruolo sempre più importante. Rispetto alle altre iptv già presenti, siamo i primi a rappresentare una nuova generazione che propone sostanziali innovazioni dedicate trasversalmente agli adulti, ai più piccoli e in particolare ai patiti di sport. Quello che per noi è regola rispecchia la frase: libertà di palinsesto».

Questa libertà si concretizza anche e soprattutto nel cosiddetto timeshifting, ovvero l’intero palinsesto dei principali canali generalisti a disposizione dei telespettatori per 48 ore. La stessa duttilità si riscopre anche durante la fase di registrazione. Passare da un programma live a uno registrato è facilissimo: la guida programmi (EPG electronic program guide) permette immediatamente di passare da una visione all’altra senza cancellare ciò che si sta registrando.

via lastampa.it

Verso il BlogDay 2008

Considerata la tenera età del mio blog, questo sarà il mio primo BlogDay. Ecco come ogni bloggante può partecipare all’evento:

  • Trova 5 nuovi blog che consideri interessanti.
  • Notifica ai 5 blogger che li raccomanderai durante il BlogDay 2008.
  • Scrivi una breve descrizione dei blog e inserisci un collegamento ai blog raccomandati.
  • Scrivi il BlogDay Post (il 31 Agosto) e
  • Aggiungi il tag del BlogDay usando questo collegamento: http://technorati.com/tag/blogday2008 e un collegamento al sito del BlogDay http://www.blogday.org

Mi metto alla ricerca.

Pubblicato su news. Tag: . Leave a Comment »

Iptv, cresce la fiducia in Italia e in Europa

Secondo una ricerca commissionata da Juniper Networks sulle preferenze dei consumatori europei di servizi broadband, l’iptv rappresenterà un fattore sempre più sensibile all’interno dell’ecosistema di Internet. A tal proposito, è interessante soffermarsi su alcuni dati interessanti:

Secondo il 61,3% degli intervistati la tv online assumerà un ruolo sempre più rilevante in futuro, mentre il 35,6% ha confermato che la televisione tradizionale perderà d’importanza nei prossimi anni. Gli italiani che ritengono l’iptv un servizio destinato a diventare sempre più importante sono il 58,9%, mentre quelli che ritengono che la tv tradizionale sia un servizio sempre meno importante sono il 35,9%.

La ricerca è stata condotta nel mese di aprile 2008 su un campione di 5.000 utenti broadband di Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito. Dallo studio si evince un ulteriore aspetto legato all’aspetto più social, attorno al quale si sta costruendo la nuova filosofia del web: Il 24,8% degli intervistati afferma che i siti di social networking rappresentano un ottimo canale per restare in contatto con amici e parenti, mentre per il 37,5% questo servizio è destinato a diventare ancora più importante in futuro. In Italia i dati registrati si mantengono in linea con i risultati europei: il 23,7% afferma che il social networking è importante per restare in contatto con amici e parenti, e il 33,5% ritiene che questo servizio diventerà ancora più importante nei prossimi tempi. Di conseguenza le comunicazioni tradizionali sono destinate a perdere di rilievo negli anni a venire: per il 41,7% (in Italia il 49,8%) il servizio di telefonia fissa è destinato a perdere di importanza nel tempo.

Tv e Social. Apparentemente così distanti, ma in grado di trovare una sorta di alchimia particolare nell’immenso e volubile calderone della Rete.

via channelinsider.it

Auguri a Sky! Ecco i risultati di 5 anni di lavoro

La piattaforma SKY compie 5 anni. Un anniversario importante che testimonia successi, crescita e investimenti. In cinque anni i canali SKY sono più che raddoppiati così come gli abbonati. Gli ascolti quadruplicati. E sono in arrivo tante novità già dopo l’estate come la partenza dal 30 Agosto del nuovo canale all-news,  Sky Sport 24.

ABBONATI; SPETTATORI Nel 2003 gli abbonati erano circa 2 milioni, oggi superano i 4 milioni e mezzo. La platea di spettatori è più che raddoppiata: dai 6 milioni iniziali ai 14 milioni di oggi.

CANALI – Oggi i canali tematici e pay per view sono diventati più di 170, con una crescita di oltre 60 dalla nascita. Nel dettaglio: i canali di intrattenimento sono passati in 5 anni da 7 a  24; lo sport si è arricchito di 10 canali, arrivando a 17; i bambini e i ragazzi possono oggi scegliere tra 13 canali a disposizione, contro i 5 iniziali. Per i più piccoli SKY ha sempre una grande attenzione: nell’ultima stagione ha trasmesso 150.896  cartoni animati e programmi per bambini contro i 69.760 del 2003. Ampia scelta anche tra i canali audio, saliti da 25 a 37.

PROGRAMMI; FILM; SERIE TV; PARTITE – Per quanto riguarda i programmi, sono oltre 135 mila le ore di programmi originali autoprodotti dalla piattaforma in cinque anni per un totale che è salito dalle 25 mila ore del primo anno alle 38.544 dell’ultima stagione. I 3.503 film all’anno trasmessi sulla piattaforma agli esordi sono diventati oggi 4.896, di cui 1.222 produzioni italiane e oltre 400 prime visioni.

Crescono anche le serie tv, arrivate a 640, di cui 50 in esclusiva per l’Italia. Nell’ultimo anno sono andate in onda ben 1.427 stagioni e 20.193 episodi contro le 994 stagioni e i 17.035 episodi del primo anno di SKY.

In aumento anche l’offerta di calcio: nella stagione 2007-2008 solo per la serie A sono state trasmesse 380 partite, nel 2003-2004 erano 194. Per la Champions League l’offerta è cresciuta dalle 37 partite della prima stagione alle 125 dell’ultima. Le partite di calcio internazionale trasmesse nella stagione 2003-2004 erano 137, mentre sono state 567 quelle del 2007-2008, con un’offerta per le sole partite di Premiere League che supera quelle trasmesse dalla principale pay tv inglese.

HD – SKY nel maggio 2006 è stata la prima televisione italiana a lanciare l’Alta definizione e a luglio 2008, con la nascita di Eurosport HD, sono 6 i canali che trasmettono in una qualità di immagine 5 volte superiore a quella standard.

SHARE – Il satellite nel 2003 registrava uno share di circa il 2%. Nel 2008 gli ascolti nel giorno medio hanno toccato il 9% di share. Nell’ultimo mese l’ascolto nella fascia d’età compresa tra i 15 e i 54 anni ha raggiunto in media il 14% di share e nella fascia d’età compresa tra i 4 e i 14 anni ha superato il 23%.

ACTIVE – Oggi SKY offre tecnologie sempre più avanzate e un servizio active disponibile su SKYTG 24, SKY Sport, SKY Vivo, che consente a ciascuno di vedere ciò che preferisce, di dire la sua sul tema del giorno e persino di scommettere in diretta.

SKY.IT – Alla rivoluzione di SKY si è aggiunta quella di sky.it, il nuovo sito internet che in pochi mesi ha triplicato i suoi visitatori unici e il cui forum degli utenti è diventato il più frequentato d’Italia, con oltre 1 milione di messaggi.

DIPENDENTI – Sono quasi 4 mila i dipendenti che oggi lavorano direttamente per SKY, il doppio rispetto al 2003, con un indotto che coinvolge altre 5 mila persone.

RICEZIONE – Nel 2003 SKY era ricevibile solo via satellite, oggi tutta la sua offerta televisiva è disponibile anche sulla iptv di Telecom, Fastweb e Wind, e con alcuni canali studiati appositamente per la tv mobile.

MySKY – Solo gli abbonati SKY hanno la possibilità di rivoluzionare completamente la fruizione dei programmi televisivi con MySKY, il decoder dotato di hard disk che permette di vedere, registrare, rivedere i propri programmi preferiti e che ora, con il nuovo MySKY HD, offre gli stessi servizi e anche la qualità dell’immagine in Alta Definizione.

INVESTIMENTI – SKY è la prima pay tv italiana ad aver raggiunto l’utile operativo. Solo nell’ultimo anno SKY ha investito oltre un miliardo di euro nel prodotto audiovisivo italiano. Risorse che sono state destinate all’acquisizione di diritti sportivi, cinematografici, alla produzione di programmi e ai canali tematici realizzati in Italia; SKY è anche protagonista nel mercato della produzione originale di fiction.

via skylife.it

Alcatel-Lucent sbarca in Cile

Il gruppo Alcatel-Lucent ha annunciato di essere stato selezionato da Gtd Group, uno dei provider di servizi internet più importanti del Cile, per lo sviluppo della prima rete in fibra ottica per il mercato retail del Paese. Lo riporta un comunicato della società che specifica anche che Alcatel Lucent aiuterà Gtd a fornire servizi evoluti a banda larga come la tv ad alta definizione, la televisione tramite internet (iptv), i video on demand e la navigazione sul web ad alta velocità.

via lastampa.it

Eurosport-Sky, street marketing aspettando Pechino

La scorsa settimana, dal 23 al 27 luglio, si è svolta in 6 importanti città italiane una vera e propria operazione di street marketing, condotta da It’s Cool Events, tesa a promuovere la programmazione olimpica degli eventi di Beijing 2008 sul canale Eurosport, disponibile sulla piattaforma satellitare Sky.

L’iniziativa consisteva nel travestimento in abiti sportivi di alcuni promoter che, in punti nevralgici delle città prescelte (dai semafori agli incroci), si sono prodigati nei tipici gesti degli sportivi durante le competizioni olimpiche, dalla corsa al nuoto passando per i tuffi, intrattenendo automobilisti increduli ma molto divertiti. E per non farsi sfuggire l’occasione, gli attori hanno consegnato calendari informativi con gli appuntamenti da non perdere della programmazione di Eurosport dedicata ai Giochi Olimpici di Beijing 2008.

Considerando le 400 ore complessive che Eurosport dedicherà al più importante evento sportivo del mondo, una strategia di questo tipo, per quanto bizzarra, era sicuramente d’obbligo. E di sicuro effetto.

via Digital Sat Magazine